Ucsi

  • Ucsi Sicilia: un nuovo gruppo a Caltanissetta

    Si è costituita a Caltanissetta la sezione dell’Ucsi Unione Cattolica della Stampa Italiana. Fiorella Falci è stata nominata presidente. Con lei, nei ruoli direttivi, Valerio Cimino, Michele Spena e Sonia Giugno.
    “Con la fondazione della sezione ucsina di Caltanissetta, che guiderò per i prossimi quattro anni, si colma un vuoto e si aggiunge un’ulteriore possibilità di aggregazione dei giornalisti cattolici, che, con spirito di squadra, diventeranno evangelizzatori e testimoni del Vangelo nel mondo della comunicazione”, ha detto la neoeletta presidente.
    Il presidente regionale Domenico Interdonato ha aggiunto: “La rinascita della sezione nissena dell’Ucsi, preceduta a giugno dalla sezione palermitana, è stato il completamento di un certosino lavoro, iniziato a febbraio assieme al consiglio direttivo regionale. L’obiettivo del prossimo anno sarà quello di completare il lavoro con le province di Ragusa, Trapani e le diocesi di Caltagirone e Acireale, dove esistono dei piccoli nuclei di soci, che stanno pianificando attività mirate alla costituzione di sezioni provinciali e diocesane”.

  • Ucsi Toscana: Sara Bessi presidente, eletto anche il direttivo

    Sara Bessi è la nuova presidente dell’Ucsi Toscana. L’assemblea degli iscritti che l’ha eletta all’unanimità si è svolta a Firenze, al termine della giornata dedicata al tema dell’”ascolto” da parte dei mezzi di comunicazione. E’ la prima volta che una donna, in Toscana, guida l’associazione...

  • Ucsi Trentino Alto Adige: 'dolore per morte Megalizzi, aiutiamo i nostri giovani giornalisti'

    “Questo Natale ci coglie tutti più tristi e un po’ più soli; la morte di Antonio Megalizzici ha addolorato profondamente”.

  • Ucsi Trentino Alto Adige: il tema del lavoro al centro di un convegno organizzato con Ucid

    Una prima significativa tappa verso la settimana sociale dei cattolici del 2017 che avrà come tema centrale il lavoro; così si può definire il convegno, che si è svolto il 5 novembre a Trento per iniziativa dell’UCID (unione cattolica imprenditori e dirigenti ) e dell’UCSI del Trentino Alto Adige.
    Sul tappeto temi di grande attualità come sviluppo, immigrazione, Europa , globalizzazione, economia digitale, tutti caratterizzati da un unico denominatore: il lavoro.
    Gli intervenuti, fra i quali c’erano alcuni dei principali esponenti del mondo accademico ed imprenditoriale italiano, sono stati chiamati a discutere sul tema:“Alla ricerca di un nuovo ordine economico mondiale: spazi per un nuovo umanesimo”. E non hanno avuto dubbi: non può esserci alcun processo produttivo ed economico che prescinda dalla centralità dell’uomo con il suo lavoro, la sua intelligenza, la sua dignità.
    La grande sfida – come ha rilevato l’arcivescovo di Trento mons. Lauro Tisi - è quella di non farsi sopraffare dalla paura, ma avere il coraggio di ripartire dalla realtà aprendosi senza riserve all’altro e ritornare alla semplicità, non solo dei comportamenti, ma anche nel modo di affrontare i problemi.
    Tre gli elementi su cui si è articolato il dibattito e che sono stati illustrati dal presidente dell’UCSI Giustino Basso, che ha anche moderato il dibattito.
    * La situazione attuale caratterizzata da un processo di globalizzazione ormai consolidato (non solo sul piano commerciale, ma anche delle scelte economiche, pensiamo al grande ruolo della cosiddetta economia digitale che ha trasformato le regole decisionali tanto che si parla ormai di 4° rivoluzione industriale),
    * un capovolgimento delle simmetrie politiche mondiali (il cui prodotto è l’immigrazione),
    * il ritorno a forme di egoismo nazionalistiche (Brexit).
    Oggi la Chiesa, soprattutto con papa Francesco, ha posto tre problemi di scottante attualità: la giustizia (in ogni sua forma e che ha come scopo il rispetto della dignità umana), il creato (non c’è sviluppo sostenibile senza il rispetto dell’ambiente) e il lavoro (che dà dignità all’essere persone).
    Giustino Basso ha concluso ricordando che la prossima settimana sociale, in programma a Cagliari il prossimo ottobre, ha come tema proprio il lavoro. "Il lavoro che vogliamo. Libero, creativo, partecipativo e solidale".
    Su questi elementi di riflessione si sono articolati i lavori del convegno, aperto dell’intervento del presidente emerito dell’UCID trentino Gino Lunelli e dal presidente Marcello Carli.
    Quello del lavoro sarà ancora il tema centrale di un prossimo convegno che l’UCSI del Trentino Alto Adige intende organizzare nella prossima primavera in collaborazione con l’UCID. I riflettori questa volta saranno puntati sul lavoro giornalistico e sullo stato dell’editoria italiana.

  • Ucsi: 'informazione sulla crisi sia completa e libera da strumentalizzazioni'. Sostegno al Presidente della Repubblica

    In questa fase di crisi che vivono le nostre istituzioni, l'Ucsi esprime pieno sostegno al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, che sta gestendo con saggezza e fermezza un difficile passaggio della vita democratica del nostro Paese, a garanzia di tutti i cittadini e della credibilità dell'Italia nel contesto internazionale.

    Il ruolo dell'informazione è più che mai nevralgico non solo per garantire il pluralismo, ma anche per favorire un clima costruttivo, con toni misurati e completezza di contenuti, per aiutare i cittadini a capire le ragioni che reggono le diverse posizioni.

    Auspichiamo, oggi più che mai, un'informazione libera da strumentalizzazioni, e, nello spirito della Costituzione, irrinunciabile pilastro della nostra democrazia.

  • Ucsi...70! Come saremo tra dieci anni? Spazio alla visione dei nostri giovani

    L'Ucsi il 3 maggio ha celebrato il sessantesimo anniversario della sua fondazione (leggi qui), e noi adesso proviamo ad immaginare un pezzo del nostro futuro. Come saremo tra dieci anni? Abbiamo lanciato un sondaggio ad alcuni dei giovani giornlisti che già animano le nostre diverse iniziative, ed ecco cosa è venuto fuori. Naturalmente la pagina è in continuo aggiornamento, con due hashtag #noiUcsi60 e #UcsiFuturo (ar)

  • Un anno dopo: le parole di Papa Francesco ai giornalisti dell'Ucsi

    Un anno fa, il 23 settembre 2019, Papa Francesco incontrò il Consiglio e il direttivo nazionali dell'Ucsi. E ci rivolse queste parole piene di significato. Riproponiamo ora tutto il suo discorso.

  • Un nuovo filmato dei giovani Ucsi: come cambia il giornalismo dopo la pandemia?

    La condivisione di idee porta sempre buoni frutti. E alcuni giovani giornalisti dell’Ucsi stanno dando corpo e gambe ad un piccolo ma ambizioso progetto della nostra associazione. Quello di renderli protagonisti, anche nella riflessione pubblica sui temi del giornalismo e della comunicazione.

  • Un'altra perdita per l'Ucsi. E' morto Angelo Sferrazza

    In pochi giorni se ne sono andate due figure che hanno occupato un posto importante, nell’Ucsi e nella mia esperienza di vita. Una è Mariella Cossu, che per anni è stata tesoriera nazionale nella presidenza di Andrea Melodia Leggi qui), l’altro è Angelo Sferrazza, scomparso in queste ore e a cui mi ha legato una ancora più profonda amicizia, agevolata dalla sua origine marchigiana, di Fano. Angelo è stato il nostro segretario nazionale durante la presidenza di Massimo Milone.

  • Una grande mobilitazione pubblica per difendere la libertà di stampa

    Sensibilizzare tutti con il massimo sforzo sul tema della libertà di stampa, come hanno fatto all’unisono trecento testate statunitensi, e prepararsi ad una grande mobilitazione pubblica, che coinvolga non solo i giornalisti ma anche associazioni, organizzazioni e cittadini. Sono queste le risposte all’attacco ripetuto a cui il giornalismo italiano è sottoposto in queste ultime settimane, e sono state annunciate martedì 9 ottobre in una conferenza stampa nella sede della Fnsi.

  • Una storia che... la nostra nuova rubrica

    uona festa dell’Assunta e buon ferragosto ai nostri lettori!

  • Una storia che... la nostra nuova rubrica

    uona festa dell’Assunta e buon ferragosto ai nostri lettori!

  • Una via possibile fuori dalla tempesta per il giornalismo (e non solo)

    (#UcsidelFuturo/6) A distanza di più di un anno, il ricordo delle parole del Santo Padreche risuonavano in una Piazza San Pietro deserta e bagnata resta indelebile nella memoria collettiva. Ma il senso profondo di quel momento straordinario di preghiera ha appena iniziato a disvelarsi in questa fase avanzata della crisi pandemica.

  • Usiamo le parole giuste

    "In memoria delle vittime del Covid_19 usiamo le parole giuste, rispettose e costruttive. Anche la denuncia, apra sempre alla speranza. Serve una fiducia che poggi sulla verità"

  • Verso il Natale: iniziativa Ucsi in Veneto il prossimo 8 dicembre

    Si terrà a Tonezza del Cimone (Vicenza) il prossimo 8 dicembre, presso la sala parrocchiale, il direttivo regionale della delegazione Ucsi del Veneto.

  • Verso l'appuntamento delle 'settimane sociali'. Il nostro dialogo con il Comitato scientifico

    E’ durato quasi due ore, nell'ottobre scorso, il confronto a distanza tra il Consiglio nazionale dell’Ucsi, allargato anche ai direttivi regionali e ai giovani del progetto JOlab, e il Comitato scientifico delle “Settimane Sociali” della Cei.

  • Via alla 'settimana sociale'. Ecco la ricerca che presentiamo come contributo alla riflessione

    L’Ucsi (Unione Cattolica della Stampa Italiana) si presenta alla Settimana sociale di Taranto che è cominciata oggi giovedì 21 ottobre  con i contenuti di due ricerche, realizzate con la Facoltà di Scienze della Comunicazione della Pontificia Università Salesiana, da proporre alla discussione comune. Entrambe hanno per oggetto l’Agenda 2030, ma sotto due punti di vista diversi: un’indagine quantitativa riguarda i giovani e la loro conoscenza dell’Agenda e dei suoi obiettivi; l’altra, qualitativa, riguarda l’informazione e il modo in cui se ne occupa. Entrambe sono state appena pubblicate nel volume “Comunicare il Futuro. Una ricerca sui 17 obiettivi dell'Agenda 2030, visti dai giovani, raccontati dai giornalisti” (a cura di Maria Paola Piccini e Paola Springhetti, ed. LAS 2021).

  • Vincenzo Varagona è il nuovo presidente dell'Ucsi. Tutte le nuove cariche dell’associazione

    Il XX Congresso dell’Unione Cattolica Stampa Italiana ha eletto il suo nuovo presidente, Vincenzo Varagona, 60 anni, vice caporedattore del TGR Marche e consigliere nazionale uscente di UCSI. Presidente per 10 anni di UCSI Marche è collaboratore di Avvenire e Famiglia Cristiana. Insieme a lui sono stati eletti anche i vice presidenti Luciano Regolo e Maria Luisa Sgobba.

  • Z, l'ultima lettera del nostro 'alfabeto delle idee'

    L’ultima lettera dell’alfabeto non la utilizziamo per introdurre un tema nuovo. Ci offre invece l’occasione per ringraziare i nostri collaboratori del loro prezioso e apprezzato contributo di idee; le riflessioni hanno animato le pagine del nostro sito in questo mese di agosto.

    Hanno suscitato interesse tra i lettori, sono state molto condivise e hanno aperto anche dei dibattiti a distanza su argomenti di grande rilievo per noi giornalisti. Le lettere dunque sono state solo un ottimo pretesto per farci pensare di più.

    Questi brani (dalla A di “Agosto e Adeguarsi alla realtà che cambia” alla V di “Via, per farsi prossimi con i Social”) sono ancora in primo piano nella nostra rubrica “IDEE”, a cui si accede più in basso dalla nostra home page. E qui resteranno per qualche settimana, in attesa magari di ripetere un’esperienza analoga in altri periodi dell’anno, o per altre circostanze.

    E’un bell’alfabeto delle idee, che consigliamo a tutti di leggere o magari anche di ri-leggere una seconda volta.