ucsi sicilia

  • 'Contro le mafie il giornalista deve scegliere da che parte stare'. Paolo Borrometi parla a Francofonte ad iniziativa Ucsi

    “Un giornalista che smette di raccontare ciò che vede con i propri occhi non solo non farà bene il proprio dovere, ma avrà la responsabilità di non informare. Sono tante le persone libere che vorrebbero realmente liberarsi dalla mafia. Siamo noi che dobbiamo decidere da che parte stare”. Lo ha detto Paolo Borrometi, giornalista di Tv2000, direttore de “la Spia” e autore del libro “Un morto ogni tanto”, giovedì sera, a Francofonte, dove ha incontrato, nella Chiesa Madre, i cittadini e i rappresentanti delle associazioni culturali, di volontariato e i club service.

  • 'Date chiavi di lettura per favorire una società migliore'. L'appello del vescovo di Siracusa

    "La nostra società non è capace di accogliere persone che vivono in situazione di estrema povertà, miseria e guerra. La Pasqua diventa fondamento valido di speranza". Lo ha detto l'arcivescovo di Siracusa, mons. Salvatore Pappalardo,
    incontrando i giornalisti e gli operatori della comunicazione in occasione della Pasqua.

  • 'Il giornalista è un uomo politico, un liturgo della comunità umana' dice il vescovo di Palermo all'iniziativa di Ucsi Sicilia-Odg

    “Il giornalista è uomo politico, nel senso più bello del termine. La sua missione è la verità. E c’è una simpatica analogia con la figura del prete: anche la nostra missione è la ricerca della verità». E ancora: «C’è bisogno di uomini e donne libere anche in un’epoca in cui si cerca il “like” via social. È necessaria una scelta di campo, essere testimoni e martiri di verità».
    Sono soltanto alcuni dei passaggi dell’intervento dell’arcivescovo di Palermo, monsignor Corrado Lorefice, alla sede dell’Ordine dei giornalisti di Sicilia.

  • 'L'Ucsi che vorrei', il documento dell'Ucsi Sicilia in vista del congresso dell'associazione

    Il consiglio regionale dell’Ucsi Sicilia, riunita in videoconferenza, ha approvato il documento “L’Ucsi che vorrei”, in vista del Congresso nazionale dell’associazione.. Il documento è stato inviato alla presidente nazionale Vania De Luca e al consulente ecclesiastico Padre Francesco Occhetta.

  • 'Pandemia mediali' è diventato anche un corso di formazione per giornalisti

    Pandemie mediali: i media ai tempi del Covid 19”. E’ stato il titolo del corso di formazione per giornalisti che si è tenuto lunedì 8 febbraio sulla piattaforma Zoom. Era ispirato al libro Pandemie mediali(vedi qui)

  • 'Raccontare le città'. L'Italia unita anche dai comunicatori sociali

    “L'Italia è oggi unita dai comunicatori sociali e dal loro delicato ruolo di raccontare ogni giorno le città in cui vivono”. Lo ha sottolineano la vicepresidente nazionale dell'Ucsi Donatella Trotta, giornalista de "Il Mattino" di Napoli, nel corso delle celebrazioni regionali del 60 anni dell’Ucsi,

  • A Catania e Siracusa la festa del patrono con tante iniziative. Partecipa Vania De Luca

    La festa di San Francesco di Sales, patrono dei giornalisti e dei comunicatori, vedrà quest’anno la presenza in Sicilia della presidente nazionale dell’Ucsi Vania De Luca che parteciperà, venerdì 24 Gennaio 2020, a diversi incontri: alla celebrazione Eucaristica in memoria di San Francesco di Sales, all’incontro con i direttori e collaboratori degli uffici diocesani della comunicazione e della cultura delle diciotto diocesi siciliane, alla chiusura delle celebrazione per il 60° della fondazione dell’Ucsi, alla cerimonia dell’affidamento dei giornalisti cattolici di Sicilia alla Madonnina delle Lacrime, al corso per la formazione dei giornalisti.

  • A cinquant'anni dalla 'Communio et progressio' l'iniziativa di formazione dell'Ucsi Sicilia

    Porta la data del 23 maggio 1971 l’Istruzione Pastorale “Communio et progressio” pubblicata per disposizione del Concilio Vaticano II in occasione della V Giornata Mondiale delle Comunicazioni Sociali. Per meglio approfondire il ruolo dei comunicatori cattolici, in occasione di un recente incontro dei dirigenti regionali e provinciali dell'UCSI Sicilia, il consulente ecclesiastico Don Paolo Buttiglieri ha illustrato i segni epocali del cambiamento e ha aperto lo scrigno prezioso della “Communio et progressio” ricco di profetiche enunciazioni, che risultano attuali e significative per meglio comprendere e dare attuazione concreta alla “politica delle comunicazioni sociali” oggi dominata dal web.

  • A Messina convegno Ucsi Sicilia sui cento anni dalla 'Grande Guerra'

    Si è tenuto nell’Aula Magna dell’Università di Messina, che ha collaborato all’iniziativa, il Convegno promosso dall’UCSI (Unione Cattolica Stampa Italiana) su “Il significato storico del centenario della Vittoria”.

  • A Palermo il 26 novembre corso di formazione sui 'beni culturali' promosso dall'Ucsi. Nasca confermato presidente della sezione di Palermo

    "Comunicare i Beni Culturali, Architettonici, le Tradizioni Religiose e Popolari di Sicilia". E’ il tema dell’evento formativo finalizzato alla formazione continua dei giornalisti che si svolgerà martedì prossimo, 26 novembre, dalle 9,30 alle 13,30 nel salone di rappresentanza della Fondazione Federico II di Palermo in piazza della Vittoria.

  • A Palermo il convegno regionale per i 60 anni dell'Ucsi

    Al Palazzo dei Normanni di Palermo, sede dell’Assemblea Regionale Siciliana, l’Ucsi Sicilia celebra martedì 26 marzo il sessantesimo anniversario della costituzione dell’Ucsi con un corso di formazione per giornalisti dal titolo “Raccontare la città”.

  • A Palermo nasce 'Impronta Magazine', il portale creato da alcuni giornalisti dell'Ucsi

    Un gruppo di giornalisti dell’Ucsi di Palermo ha fondato un portale di informazione per poter offrire un servizio giornalistico e di comunicazione “deontologicamente corretta, schietta ed equilibrata, ancorata alle dinamiche della verità e dei valori cristiani, lontanissima da giochetti di potere politico ed economico, con un particolare sguardo alle buone notizie, quelle che talvolta rimangono nell’ombra e sulle quali, invece, noi desideriamo scommettere”.

  • A Palermo, Messina, Siracusa corsi di formazione dell'Ucsi Sicilia

    Sono stati oltre 150 i partecipanti tra giornalisti e uditori, nei due eventi che si sono svolti a Palermo nell'Oratorio di Sant'Elena e Costantino, sede della Fondazione Federico II di Piazza della Vittoria, e a Messina, presso il Tempio di San Giovanni di Malta. L'organizzazione è stata curata dall’Ucsi Sicilia, in sinergia con la Fondazione Federico II di Palermo, con il contributo della SIPBC Società Italiana per la protezione dei Beni Culturali e del Liceo Artistico "Vincenzo Ragusa - Otama Kiyohara - Filippo Parlatore".

  • A Siracusa l'incontro dell'Ucsi Sicilia con mons. Francesco Lomanto

    Comunione, Partecipazione, Missione” sono i tre termini che sintetizzano l’identità e il ruolo del giornalista cattolico che testimonia e racconta la verità, “dando voce a chi voce non ha”. Lo ha detto l’arcivescovo di Siracusa Mons. Francesco Lomanto, delegato episcopale per le Comunicazioni sociali e la Cultura della Conferenza Episcopale Siciliana (CeSi), che ha ricevuto la delegazione del Consiglio regionale dell’Ucsi Sicilia guidata dal presidente Domenico Interdonato e dal Consulente ecclesiastico don Paolo Buttiglieri.

  • A Siracusa l'Ucsi ricorda mons. Alfio Inserra

    La sezione provinciale dell’Ucsi di Siracusa e il settimanale diocesano “Cammino” il 17 dicembre 2018 hanno ricordato mons. Alfio Inserra, nel settimo anniversario della morte.

  • Africa: un 'ponte' per la comunicazione tra la Nigeria e la Sicilia.

    Una piattaforma comunicativa tra la Televisione e la Radio cattolica dell’arcidiocesi di Abuja in Nigeria e le Tv e Radio cattoliche italiane ed europee, che abbiano il cuore pulsante in Sicilia. E’ questo il progetto illustrato da don Patrick Tor Alumuku, direttore della “Catholic Television of Nigeria” agli operatori della comunicazione nel corso dell’incontro dibattito sul tema: “L’importanza dei media cattolici nel contesto nigeriano” che si è svolto, mercoledì sera, nell’aula consiliare di Carlentini.

  • Agenda 2030, confronto e formazione con l'Ucsi Sicilia

    “I giornalisti hanno un ruolo importante per far conoscere l’Agenda 2030 e gli obiettivi che si intendono raggiungere”.

  • Articolo 21: istruzioni per l'uso

    Sono stati gli studenti di sette istituti superiori i protagonisti della Giornata mondiale della libertà di stampa a Siracusa. Duecentocinquanta ragazzi che per tutto l’anno scolastico hanno partecipato al progetto “Articolo 21: istruzioni per l’uso” promosso dal Comune e che, nell’auditorium del liceo Einaudi, ha vissuto il suo momento conclusivo.

  • Carta di Treviso, emerge la sua attualità in un confronto promosso da Ucsi Sicilia

    Si è concluso con la soddisfazione dei partecipanti il corso di formazione dell’Ordine dei Giornalisti di Sicilia sull’attualità della Carta di Treviso (protocollo firmato il 5 ottobre 1990 da Ordine dei giornalisti, Federazione nazionale della stampa italiana e Telefono azzurro con l'intento di disciplinare i rapporti tra informazione e infanzia) che si è svolto martedì sulla piattaforma Zoom.

  • Comunicare il fatto storico, evento formativo dell'Ucsi Sicilia a Gela

    Comunicare il fatto storico: "la nave di Gela". La terza edizione dell’iniziativa "Comunicare il fatto storico" approda a Gela con due seminari, che si svolgeranno lunedì 3 ottobre destinati alla formazione dei giornalisti. I due corsi sono promossi dall’Ordine dei Giornalisti di Sicilia e dal Consiglio nazionale dell’Ordine dei Giornalisti e organizzati dall’Ucsi Sicilia con la collaborazione della Regione Sicilia, della Soprintendenza dei Beni Culturali e Ambientali di Caltanissetta, della Direzione del Parco Archeologico di Gela e del Comune di Gela.