lavoro

  • 'Dalla Settimana Sociale la spinta per realizzare le nostre proposte'. A Cagliari si sono conclusi i lavori dei delegati.

    La “Settimana Sociale” di Cagliari certamente lascerà i suoi segni positivi, che noi, con riferimento alla nostra dimensione di giornalisti e comunicatori, tenteremo di evidenziare anche su questo nostro sito.

  • 'Raccontare il lavoro a Genova': iniziativa dell'Ucsi Liguria il 19 ottobre

    L’Unione Cattolica della Stampa Italiana della Liguria ha in programma per giovedì 19 ottobre alle ore 18 nel Salone dell’Apostolato Liturgico (Via Serra 6A) un incontro di formazione e approfondimento sul tema “Raccontare il lavoro a Genova. Spunti dal discorso di Papa Francesco all’Ilva”.
    Relatori saranno il Card. Angelo Bagnasco, Arcivescovo di Genova e Presidente del CCEE, e il Dott. Giuseppe Zampini, Vice Presidente dell’Ospedale Galliera.

  • 'Raccontare il Lavoro', i primi interventi alla Scuola Ucsi di Assisi

    Il lavoro, un tema antico quanto l’uomo che si evolve nei secoli ma che non deve perdere la sua umanità. La storia attraverso quattro rivoluzioni industriali racconta di un braccio di ferro tra l’uomo e la macchina senza fine.

  • #illavorochevogliamo e #settimanesociali2017 sono i due hashtag ufficiali per seguire gli eventi di Cagliari.

    Verso Cagliari (-4): la copertura dei media cattolici e sui social

    #illavorochevogliamo e #settimanesociali2017 saranno i due hashtag ufficiali a cui fare riferimento per seguire la 48° Settimana Sociale dei Cattolici Italiani. Attraverso tutti i principali social network si potranno seguire i lavori dal Centro Congressi della Fiera di Cagliari a partire dal pomeriggio di giovedì 26 ottobre. L’impegno dei media online della diocesi di Cagliari sarà massimo e garantirà una copertura totale attraverso i siti www.diocesidicagliari.it ,  www.ilporticocagliari.it , www.radiokalaritana.it , www.settimanasociale.diocesidicagliari.it .

  • 1 - A come 'Agosto'. E come 'Adeguarsi', nel racconto giornalistico, alla realtà che cambia. Con umanità ed empatia.

    A come Agosto, il mese della vacanze, del tutto “chiuso per ferie”, della pace ritrovata dopo un anno di fatiche. O forse no? Oggi molto è cambiato: le vacanze non sono più alla portata di tutti, i negozi stanno aperti anche di notte, le ferie si spalmano su un periodo più lungo perché le aziende (quelle che resistono) non possono fermarsi...

  • 2 - B come 'Buona notizia' (e ce ne sono anche d'agosto).

    B come Buona notizia. La ricerca della buona notizia non è mai facile, ed è ancora più difficile in una calda giornata d'agosto. Sfogli le pagine dei giornali, navighi sui principali siti... Niente!

  • 29/12 - L'isola dei cassintegrati, come i giornalisti raccontano la crisi e come la affrontano. Storia di un Natale diverso.

    Col nostro esempio abbiamo cambiato le nostre vite, la nostra sorte avversa e forse, chissà, anche la sorte di qualche altro lavoratore che, vedendo il nostro esempio, ha pensato che si può ancora lottare. Si deve ancora lottare. Facciamolo tutti assieme, lavoratori e studenti”. Era il 25 dicembre 2010 quando i lavoratori cassintegrati della Vinyls, industria decotta del Polo chimico di Porto Torres, lanciarono questo messaggio di Natale dall’isola dell’Asinara.

  • 29/12 - L'isola dei cassintegrati, come i giornalisti raccontano la crisi e come la affrontano. Storia di un Natale diverso.

    Col nostro esempio abbiamo cambiato le nostre vite, la nostra sorte avversa e forse, chissà, anche la sorte di qualche altro lavoratore che, vedendo il nostro esempio, ha pensato che si può ancora lottare. Si deve ancora lottare. Facciamolo tutti assieme, lavoratori e studenti”. Era il 25 dicembre 2010 quando i lavoratori cassintegrati della Vinyls, industria decotta del Polo chimico di Porto Torres, lanciarono questo messaggio di Natale dall’isola dell’Asinara.

  • 9 - L come 'Lavoro'. Il tema della prossima 'settimana sociale' oggi è anche al centro della riflessione dell'Ucsi.

    Chi c'è l'ha e ne è insoddisfatto, chi non ne ha affatto, chi ne ha troppo e ne è quasi schiavo, chi lo cerca e non riesce a trovarlo, chi deve accontentarsi di contratti precari o occupazioni sottopagate. Per non parlare poi delle difficoltà dei giovani alla ricerca di primo impiego... Anche in un paese come il nostro che ha nel Lavoro un fondamento della democrazia, come recita la carta costituzionale all'articolo 1.

  • A Bologna, il 10 febbraio, incontro dei giornalisti dell'Emilia Romagna

    Per aiutare le realtà locali e diocesane ad approfondire la propria responsabilità nel mondo della comunicazione, da diversi anni in occasione della festa di San Francesco di Sales, patrono dei giornalisti, in Emilia Romagna si organizzano momenti formativi e di incontro su come affrontare le nuove sfide in questo cambiamento epocale...

  • A come 'Agosto'. E 'Adeguarsi', nel racconto giornalistico, alla realtà che cambia. Con umanità ed empatia.

    A come Agosto, il mese della vacanze, del tutto “chiuso per ferie”, della pace ritrovata dopo un anno di fatiche. O forse no? Oggi molto è cambiato: le vacanze non sono più alla portata di tutti, i negozi stanno aperti anche di notte, le ferie si spalmano su un periodo più lungo perché le aziende (quelle che resistono) non possono fermarsi...

  • A Verona la prima tappa verso la "Settimana Sociale" del 2017

    Comincia in questi giorni, con un primo appuntamento a Verona (24-27 novembre) e con la lettera del Presidente del Comitato scientifico e organizzatore (l’Arcivescovo di Taranto Filippo Santoro), il lungo e intenso percorso di riflessione che porterà la chiesa italiana alla 48ª “Settimana Sociale”, in programma a Cagliari alla fine di ottobre dell’anno prossimo.
    Il tema scelto, lo ricordiamo, è “Il lavoro che vogliamo. Libero, creativo, partecipativo e solidale” e il Comitato indica tre obiettivi di fondo:
    - denunciare le situazioni di sfruttamento, illegalità, insicurezza, disoccupazione – specie al Sud e tra i giovani – e le problematiche legate al mondo dei migranti, dando voce alle storie dei lavoratori e delle lavoratrici;
    - far conoscere le buone pratiche che, a livello aziendale, territoriale e istituzionale, stanno già offrendo nuove soluzioni ai problemi del lavoro e dell’occupazione;
    - costruire alcune proposte da presentare sul piano istituzionale, per superare le difficoltà di accesso al lavoro e assicurarne condizioni dignitose.
    La lettera-invito di Mons. Santoro, diffusa in queste ore, è indirizzata a tutti i cattolici in Italia, attraverso i loro vescovi, ed è commentata, nei suoi contenuti, anche nell’articolo dell’agenzia Sir ‪  http://agensir.it/chiesa/2016/11/22/i-cattolici-in-italia-e-il-lavoro-denunciare-raccontare-proporre 

    Dopo il Festival di dottrina sociale della Chiesa in programma a Verona, le prossime tappe saranno a Napoli (8 e 9 febbraio) con il convegno “Chiesa e lavoro. Quale futuro per i giovani nel Sud?”, a Firenze (dal 23 al 25 febbraio) con il Seminario nazionale dell’Ufficio per i problemi sociali e il lavoro della CEI, a Roma (il 13 maggio) per il Convegno Nazionale di Retinopera dal titolo“Il senso del lavoro oggi. Famiglia, giovani, generazioni a confronto sul presente e sul futuro del lavoro”.

    Info: www.settimanesociali.it.

  • Alla vigilia di Cagliari: il primo WebDoc dell'Ucsi. Voci, foto, video, idee dal laboratorio di Assisi

    Verso Cagliari (-2): IL LAVORO CHE VOGLIAMO, il WebDoc di Vincenzo Grienti

    A poche ore ormai dall’inizio della 48° edizione delle ‘Settimane Sociali’, proponiamo il primo WebDoc dell’Ucsi. E’ il frutto dei laboratori della Scuola di formazione dell’Ucsi, ad Assisi, e dell’impegno dei loro coordinatori (Vincenzo Grienti, Daniele Morini, Luca Collodi, Paola Springhetti).

    Lo stesso Vincenzo Grienti ha messo insieme tutti i contributi emersi dal confronto durato alcune ore; noi adesso lo offriamo come ulteriore spunto di riflessione anche per chi sarà impegnato in questi giorni nei lavori di Cagliari.

    Vai al WebDoc di Vincenzo Grienti (contributi anche di Luca Collodi, Daniele Morini, Paola Springhetti).

  • B come 'Buona notizia' (e ce ne sono anche d'agosto).

    B come Buona notizia. La ricerca della buona notizia non è mai facile, ed è ancora più difficile in una calda giornata d'agosto. Sfogli le pagine dei giornali, navighi sui principali siti... Niente!

  • Cogli l'attimo del lavoro che cambia! Scatta una foto e inviacela.

    Avvicinandoci all’appuntamento con la “settimana sociale” di Cagliari (26-29 ottobre) rilanciamo un appello a tutti coloro che visitano il nostro sito: cogliete l’attimo del lavoro che cambia e si trasforma, e mandateci una foto significativa (e originale) che pubblicheremo al più presto.

    Corredatala di una breve didascalia di tre righe, servirà a spiegare quello scatto. Aspettiamo il vostro contributo, scriveteci a ucsi@ucsi.it 

  • Crolla l'occupazione, giornalisti in piazza a Milano.

    Oltre trecento giornalisti hanno partecipato a Milano alla manifestazione organizzata dall’Associazione lombarda dei giornalisti (Alg) in piazza della Scala.

  • Famiglia, giovani, lavoro. Incontro a Bari sull'occupazione giovanile (e sulla famiglia) con mons. Santoro

    "Il lavoro,come ha detto il Papa a Genova, deve essere per la realizzazione della persona. Il lavoro è dunque legato alla dignità della persona. Parlare di esuberi quando questi non ci sono realmente, non permettere alla donna di conciliare serenamente occupazione e vita familiare, mettere il lavoratore in condizioni di pericolo, o peggio ancora sfruttarlo senza alcun rispetto: questo non è lavoro. Il lavoro degno dipende dalle opportunità che alla persona vengono offerte".

  • Giovani Giornalisti/1 - 'E tu di cosa ti occupi?' Riflessioni sui giovani e sulla difficoltà di trovare lavoro (con una proposta)

    Comincia oggi una serie di articoli scritti da giovani giornalisti che condividono il percorso della nostra associazione. Abbiamo chiesto loro di evidenziare le difficoltà che incontrano nell'affacciarsi a questa professione, di parlare delle ambizioni che hanno, di lanciare piccole o grandi proposte per il futuro. Speriamo che questo serva ad aprire un confronto più ampio (a.r.)

  • Giovani Giornalisti/5 - Il rispetto che si deve al lavoro dei giornalisti.

    Quando penso al lavoro dei giornalisti di oggi, per lo più precari, penso a tutto il lavoro che sta dietro al loro lavoro.

  • Giovani in fuga. Le prospettive per il Meridione.

    Più di mezzo milione di giovani in fuga dal sud dal 2002 al 2014; e di questi quasi 200 mila con una laurea in tasca, senza contare i tanti che hanno ritenuto di doversi trasferire al centro- nord già al momento di iscriversi all’università.