Opinioni

Piccoli editoriali per la condivisione e il confronto

Dall'Africa a Castel Volturno

Un altro contributo, in #deskdelladomenica, tratto dal numeero della nostra rivista dedicato al 'racconto giornalistico delle migrazioni'. L'autore è Valerio Petrarca, Professore ordinario di Antropologia culturale e Antropologia sociale presso il Dipartimento di Studi Umanistici e presso il Dipartimento di Scienze Politiche dell’Università degli Studi di Napoli «Federico II».

Il rischio di perdere un'intera generazione di giornalisti

Ha detto Piero Angela, durante la cerimonia del Premio Ciampi a Castiglioncello, che "la libertà del giornalista dipende dalla sua indipendenza”. Vero, certamente. Questo è uno dei fondamenti della nostra professione.

Interessa ancora la verità?

Proprio nei giorni in cui viene annunciato il tema della prossima Giornata mondiale delle Comunicazioni Sociali (vedi qui), noi rileggiamo questo intervento di Guido Mocellin sulla nostra rivista Desk uscita in primavera. Vi si analizza il messaggio di quest’anno, può essere utile rifletterci ancora in occasione del nostro #deskdelladomenica

I modelli dei minori di oggi e il ruolo (eticamente irrinunciabile) dei giornalisti

In #deskdelladomenica oggi riproponiamo l’intervento di Marco Brusati alla nostra scuola di formazione del 2016. L’autore è docente e ricercatore del Dipartimento di Lettere e Filosofia dell'Università di Firenze e dirige l’associazione Hope (fondata dalla Cei vent’anni fa nell’ambito della pastorale giovanile). E'stato anche incaricato di coordinare la Festa delle Famiglie a Dublino, durante la recente visita di papa Francesco.

Ovviamente l’articolo riporta alcuni riferimenti a fenomeni ‘musicali’ di quell’anno, il 2016.

Sinodo/3 - La sfida del discernimento, nella verità e nel coraggio. E le parole che interpellano noi giornalisti

Il Sinodo dei giovani come «esercizio ecclesiale di discernimento», «dialogo» per «aprirsi alla novità», «momento di condivisione». Ma per realizzare il processo di discernimento - «atteggiamento interiore che si radica in un atto di fede» - sono fondamentali «franchezza nel parlare e apertura nell’ascoltare».