Professione

Le notizie che riguardano il giornalismo e la comunicazione

Fotoreporter: la Fnsi chiede un incontro urgente alla Fieg

fotoreporter"La richiesta di un incontro urgente con la Fieg e un'assemblea pubblica nazionale: sono le iniziative decise dalla Giunta della Fnsi, che ha affrontato i problemi legati alla difficile situazione dei fotogiornalisti italiani.
La crisi economica e del mercato dell'editoria ha colpito duramente i fotoreporter, circa 3 mila in tutta Italia, quasi del tutto scomparsi dalle redazioni dei giornali e oggi sottopagati e sfruttati come lavoratori autonomi da editori e agenzie fotografiche. Con il rischio che venga cancellata una forma di informazione che racconta e documenta con le immagini i fatti e le vicende più importanti del nostro tempo, anche a livello internazionale, e contribuisce a scrivere la storia del giornalismo italiano e mondiale.
La Federazione nazionale della stampa italiana ha inviato una lettera alla Federazione italiana editori giornali per chiedere un incontro urgente, in cui affrontare i problemi e le difficoltà drammatiche di questa categoria di giornalisti, segnalati con sempre maggiore frequenza al Sindacato, a livello territoriale e nazionale, da decine di colleghi in tutta Italia.
La Fnsi ha deciso inoltre di organizzare nelle prossime settimane, attraverso il Dipartimento sindacale e il Dipartimento Lavoro autonomo, un'assemblea pubblica a Roma in cui raccogliere i rappresentanti dei fotoreporter di tutte le regioni, per mettere al centro e discutere l'emergenza della professione del fotogiornalista, studiare soluzioni possibili e varare ulteriori iniziative".(Fnsi)

Editoria: Sos fondi, colpite 1.500 testate. Siddi: “'Serve un ravvedimento rapido per garantire la sopravvivenza di Tv locali, radio e giornali all’estero”

Franco-Siddi-300x199Ottocentodue radio (di cui quindici in lingua tedesca) e 504 televisioni locali, 150 periodici e cinque quotidiani italiani all'estero sono le cifre della 'piccola' editoria colpita da uno tsunami con i tagli delle risorse pubbliche introdotti dal decreto Milleproroghe divenuto il 25 febbraio legge dello Stato. Oggi nuova tappa di una battaglia iniziata già il giorno dopo l'approvazione del provvedimento con un incontro alla Camera dei deputati, presente al completo il 'cartello' più che mai deciso a non arrendersi: in testa la Federazione della Stampa insieme a Mediacoop, l'associazione che riunisce 370 imprese cooperative giornalistiche, editoriali e della comunicazione, Aeranti-Corallo, che raggruppa quasi mille tra radio e televisioni locali, la Fusi in rappresentanza della stampa italiana all'estero, il Comitato per la libertà e il pluralismo dell'informazione, Articolo 21.

TAGLI EDITORIA: AERANTI-CORALLO, DIECI GIORNI DI SPOT DI PROTESTA SU 985 EMITTENTI

aeranticoralloAeranti-Corallo, il coordinamento che collega 985 imprese di informazione locale, nel corso di una conferenza stampa ha presentato le iniziative di protesta delle emittenti radiofoniche e televisive associate nei confronti del governo in seguito alla soppressione delle provvidenze per il settore, operata nell'ambito della legge di conversione del decreto "Milleproroghe". Nel corso della conferenza sono stati presentati lo spot video e quello audio che verranno trasmessi in segno di protesta. Nell'arco di 10 giorni verranno diffusi centomila comunicati di "totale dissenso" nei confronti della sospensione delle provvidenze "indispensabili per la sopravvivenza di molte emittenti già in difficoltà per la crisi economica, con la conseguente perdita di molti posti di lavoro". Aeranti-Corallo chiede che "il provvedimento possa essere ripensato, al fine di recuperare un sostegno che non rappresenta, peraltro, un onere rilevante per lo Stato, mentre per le imprese radiotelevisive locali costituisce una misura di garanzia del pluralismo informativo e dell'occupazione". (www.aeranticorallo.it)

Media al servizio della giustizia, di pace e di buon governo in un mondo delle disuguaglianze e povertà

 ucipUn evento mondiale per promuovere la libertà di espressione e di informazioni, promuovere la capacità di building per l'accesso universale alle informazioni e di conoscenza, per promuovere atteggiamenti sani in tempi di crisi e conflitti per lo sviluppo dei mezzi di comunicazione liberi, indipendenti e pluralistici Ouagadougou, Burkina Faso, 12-19 settembre 2010
Il tema del Congresso mondiale "media al servizio della giustizia, di pace e di buon governo in un mondo delle disuguaglianze e povertà" è stato organizzato con grande cura per analizzare la maggior parte delle questioni pressanti non solo in Africa, ma anche in diverse parti del mondo. Oratori da Africa, Europa, Asia e Americhe esplorereranno il tema con i partecipanti durante le giornate di studio.





Programma provvisorio



Parte I:Convenzione mondiale dei giovani giornalisti
Sabato 11 e domenica 12 settembre 2010: Arrivo di giovani giornalisti (sotto i 35 anni di età)
Domenica 12 settembre 2010 (09 h 00 - 20 h 00): attività di esposizione per giovani giornalisti. Questo permetterà loro di conoscere un altro, di scambio e costruire amicizie per la vita in vista della futura cooperazione professionale. Consentirà inoltre di avere un assaggio della capitale del Burkina Faso.
Lunedì 13 settembre 2010 (08 h 00-18 h 00): giornata di studio convenzione mondiale: keynotes da tutte le parti del mondo
Parte II:Congresso mondiale per tutti i partecipanti
Lunedì 13 settembre 2010
Arrivano a tutti i partecipanti del Congresso: Benvenuti in una serata Burkina
Martedì 14 settembre 2010
09 h 00: solenne apertura del Congresso e note trasmessi in diretta su radio e TV
14 h 00: keynotes
18 h 30: messa solenne di apertura presso la Cattedrale di Ouagadougou
20 h 00: cena, programma serale
Mercoledì 15 settembre 2010
09 h 00-18 h 00: keynotes, workshop
20 h 00: programma serale
Giovedì 16 settembre 2010
09 h 00-18 h 00: keynotes, workshop
Risoluzione del Congresso: Il team di risoluzione seguirà le note del congresso e gruppi di lavoro
Un altro team preparerà il giornale del Congresso, che contribuirà a condividere l'esperienza e la saggezza del Congresso a colleghi e amici in tutto il mondo.
Venerdì 17 settembre 2010
09 h 00 - 18 h 00: esposizione degli studi sul tema. Tour per comprendere la ricche di culture e stili di vita in Burkina Faso Sabato 18 settembre 2010
09 h 00-17 h 00: Assemblea generale UCIP
18 h 00: messa conclusiva con i fedeli Burkinabe
Domenica 19 settembre 2010
Au revoir! Ci si vede di nuovo! Luego ¡Hasta! Auf Wiedersehen!



Informazioni pratiche



1. Dove e quando: gli eventi del Congresso si terrà presso il centro di Congresso internazionale "Ouaga 200" (viale Pascal Zagré). Questo magnifico centro nella zona residenziale di Ouagadougou è di circa 10 minuti in auto dall'aeroporto internazionale di Ouagadougou.
2. Chi può partecipare al Congresso: il Congresso è aperto a tutti coloro che sono interessati all'evento, a tutte le persone attive nel campo dei media, ai professori, gli editori e gli specialisti in media tradizionali ed emergenti.
3. Viaggio aereo: Ethiopian Airlines è lieta di offrire prezzi speciali da 15 a riduzione del 40 per cento a seconda del continente d'origine. Coloro che sono interessati a viaggiare con questa compagnia aerea prima possono iscriversi al Congresso e contattaci prima del 31 marzo 2010. Da alcune parti dell'America latina, una soluzione sarebbe utilizzando la Turkish Airlines da San Paolo a Dakar e poi prendere un volo locale tra Dakar e Burkina Faso.
4. Registrazione: Please registrati utilizzando il form di registrazione. Dopo la registrazione, una conferma verrà inviata a voi.
5. Sistemazione: Burkina-Faso il governo ha offerto alla riduzione del 40% sulle camere d'albergo. Si veda l'elenco degli alberghi e dei prezzi.

6. Pasti: Congresso pasti per tutta la settimana costa 100 euro a persona. Si possono anche scegliere non prendere questo pacchetto e acquistare buoni per ogni pasto. Ogni tagliando costa 20 euro.
7. Esposizione e Study Tour: è la prima volta in questo Congresso si terrà in Africa. Il viaggio di studio offrono una notevole opportunità di comprendere la vera Africa con tutti i suoi valori. È anche un'occasione di amicizia con altri partecipanti al Congresso. Tra gli altri, visiteremo due luoghi importanti: coccodrilli sacro di Bazoulé (Marre aux caïmans sacrés de Bazoulé) e il Museo storico a Manéga. Il costo per il viaggio di studio è di 100 euro a persona.
8. Pagamenti: tutti i pagamenti possono essere fatte in anticipo mediante bonifico bancario, assegno o carta di credito.
9. Come favorire una maggiore partecipazione: la partecipazione al Congresso è un importante contributo al successo del Congresso. Siete invitati a esprimere la solidarietà con chi è nel bisogno. Nel modulo di registrazione si trova uno spazio speciale per questo scopo.
10. Visti a Burkina Faso: si prega di contattare la più vicina ambasciata del Burkina Faso; un semplice turista o visita visto è sufficiente per partecipare al Congresso. Se non non c'è nessuna ambasciata o avete bisogno di una lettera d'invito, si prega di registrarsi prima e quindi scrivere insieme con una scansione della pagina del passaporto con foto e tutte le informazioni importanti, l'indirizzo completo e altre informazioni utili per: cno_congres@yahoo.fr, ou ralexlegrand@yahoo.fr. Il visto sarà organizzato da consegnare all'arrivo.
11. Cancellazione: 50 per cento di tutti i costi saranno rimborsati per le cancellazioni entro il 15 giugno 2010; nessun rimborso verrà effettuato dopo il 15 giugno 2010.
12. Un'azione sociale: ringrazio per la prenotazione di 10 euro a favore di un orfanotrofio in Burkina Faso. Sarebbe un gesto in occasione del primo Congresso in Africa.



Modulo di registrazione

Prego copiare il modulo di registrazione, compilare e inviare a: UCIP, pubblica 197, 1211 Geneva 20, Svizzera. E-mail: . Fax: 41.22.734.00.17. Non vi è alcun termine per l'iscrizione. Ci sono scadenze per prenotazioni alberghiere e prezzi speciali per la prenotazione delle compagnie aeree etiope. Dopo la registrazione ti verrà inviata una conferma.



[] Registrazione per persona: euro 200.
[] La registrazione per il coniuge: 150 euro.
[] La registrazione per i membri legale a persona: 125 euro.
[] La registrazione per il coniuge del membro legale: euro 100.

Pasti
[] Congresso pasti per la settimana per persona: euro 100
[] Coupon per ogni pasto 20 euro. Vorrei comprare------coupon (numero)


Esposizione e studio tour:
[] Euro 100 a persona

(www.ucip.ch)

Editoria: ordine del giorno senato ripristina i contributi per la stampa estera e radio locali.Fnsi :”impegnativo per il governo”.Convocati i Cdr.

EditoriaIl Segretario della Fnsi, Franco Siddi, che è anche Presidente della Commissione Informazione del Consiglio Generale degli Italiani all'Estero (Cgie), ha dichiarato: " Guai se l'ordine del giorno fosse assunto come puro atto di indirizzo politico su cui riservarsi la discrezionalità di intervento. L'assenso del Sottosegretario Giorgetti all'ordine del giorno Vita, Randazzo, Micheloni, Blazina, Legnini, Lusi, Ferrante, Vimercati non può che trasformasi ora in un impegno a ricercare, in tempi brevi, le risorse finanziarie, soprattutto per coprire gli oneri derivanti dagli obblighi già contratti per il 2009 ed erogabili nel 2010. E accogliendo la sfida per una riforma condivisa dei contributi all'editoria entro i prossimi mesi, non v'è dubbio che vada assicurata una corretta transizione ad un eventuale nuovo sistema di interventi, rigoroso, trasparente finalizzato esclusivamente al sostegno del pluralismo in tutte le realtà della comunità italiana e dell'occupazione specifica. Ciò che pesa di più in questo momento è la scelta politica di considerare figli minori, da discriminare, la stampa italiana all'estero e l'emittenza locale. Recuperare questa ingiustizia in uno dei primi provvedimenti straordinari utili (a cominciare da quello per lo sviluppo) è possibile se il Ministero dell'Economia compie uno sforzo di piena considerazione delle problematiche che si sono aperte e dei valori che sono in gioco. Nei primi giorni della prossima settimana la Fnsi valuterà con le rappresentanze del sistema dell'emittenza radiotelevisiva locale e della stampa italiana all'estero, nonché con tutte le forze sociali interessate, iniziative di mobilitazione e di confronto che proseguiranno fin quando non arriveranno impegni certi sul ripristino delle provvidenze ora negate sui tempi della riforma di sistema e della indispensabile normativa di transizione." Per valutare la situazione la Fnsi ha convocato oer il 3 marzo i rappresentanti sindacali del'emittenza locale e della stampa italiana all'estero.