'Salvate i giornalisti afghani'. Appello di cento colleghi italiani

Oltre cento giornalisti italiani hanno già sottoscritto l’appello al governo per tutelare i colleghi afghani impegnati in un compito che oggi appare difficilissimo e rischioso.

L’appello è rivolto alle massime autorità dello Stato: al presidente Mattarella, a Draghi e al ministro Di Maio.

Ecco il testo dell’appello:

“Siamo giornalisti italiani. La maggior parte di noi ha seguito guerre e repressioni in tutto il mondo. Ci sentiamo ora in obbligo di rispondere all’appello disperato dei. Centocinquanta reporter afghani chiedono protezione e aiuto perché sono sicuri obiettivi dei talebani. Sono tanti i colleghi assassinati in Afghanistan, anche francesi e tedeschi, 15 afghani solo nell’ultimo anno e mezzo e tante giornaliste come Malalai Maiwand a Jalalabad”.

“Noi non possiamo rimanere a guardare senza tendere la mano. Abbiamo apprezzato lo sforzo umanitario del nostro Governo che ha messo in salvo, con immenso sacrificio, migliaia di cittadini afghani. Ora però -conclude l’appello- chiediamo un piano urgente di salvezza per i nostri colleghi che con le loro famiglie sono braccati dai talebani. Bisogna fare prestissimo, e tutti noi siamo pronti a collaborare”. L’appello, in corso di sottoscrizione, ha già raccolto le firme di oltre cento giornalisti

Ultima modifica: Gio 2 Set 2021

UCSI - PI 01949761009 - CF 08056910584 - Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 224 del 29/09/2014 - Tutti i diritti riservati