Regioni

Le iniziative e gli incontri dell’Ucsi nelle regioni

Beati i miti: la testimonianza di Giancarlo Carotti

E' morto alla vigilia di Pasqua Giancarlo Carotti, allievo della scuola di Barbiana e presidente, dopo la sconparsa di Michele Gesualdi, della Fondazione Don Milani. Aveva 75 anni. Negli incontri che l'Ucsi Toscana organizza ogni anno quassù, alla "scuola", ha incontrato decine di giornalisti e operatori della comunicazione. Ogni volta ha dato preziosi spunti di riflessione a tutti noi, ora lo ricorda il consulenete ecclesiastico regionale dell'associazione, don Alessandro Andreini. In un breve video (vedilo qui o in fondo alla nostra home page) ci aveva spiegato le funzioni dei luoghi di Barbiana. (ndr)

Social e video, facciamo comunità e abitiamo il nostro silenzio

Incontrarsi online è strano. Però, in questo momento, poterlo fare diventa un’occasione preziosa di ascolto reciproco: un modo alternativo per fare comunità. È con questo spirito che Ucsi Friuli Venezia Giulia ha proposto ai propri aderenti un paio di iniziative per accompagnare quell’#iorestoacasa in questo momento così necessario.

Dialogo tra giornalista e counselor, l'iniziativa innovativa dell'Ucsi Marche

Un laboratorio nazionale su counseling, informazione, comunicazione. Si è svolto ad Ancona, proposto da una serie di soggetti, tra cui le istituzioni professionali delle due categorie (giornalisti e counselor), come sbocco naturale di un percorso che ha come obiettivo di far conoscere al grande pubblico questa disciplina. Un altro incontro pubblico, il primo, c'era due anni fa.

Sabato 15 febbraio a Viterbo l'Ucsi Lazio celebra il patrono

L’Ucsi Lazio festeggia il patrone dei giornalisti con una serie di iniziative in programma a Viterbo, in collaborazione con l’Ufficio comunicazioni sociali della diocesi diretto da don Emanuele Germani.

Borrometi all'Università di Catania: 'chi minaccia un giornalista minaccia tutti i cittadini'

"Chi minaccia un giornalista, minaccia tutti i cittadini e il loro diritto fondamentale di essere informati. Per questo la libertà di stampa è importante come l’aria e dobbiamo tutti difenderla”. Questo il messaggio che Paolo Borrometi, vicedirettore dell’Agenzia Giornalistica Italiana e ‘giornalista sotto scorta’, ha voluto indirizzare ai numerosi studenti presenti il 7 febbraio nell’aula magna del Palazzo centrale dell’Università di Catania, in occasione della presentazione del nuovo Modulo “Jean Monnet Eureact – European Renovate Actors in European Public Sphere”, corso didattico dell’Università di Catania nel campo degli studi sull’Unione europea, promosso all’interno delle attività di ERASMUS+.