Professione

Le notizie che riguardano il giornalismo e la comunicazione

'L'informazione è il fondamento della democrazia'. Lo scrive il Presidente Mattarella ricordando l'assassinio di Casalegno.

Il Presidente della Repubblica ha ricordato il sacrificio di Carlo Casalegno, a quarant’anni dal suo omicidio. “Uccidere un giornalista distrugge la democrazia”, ha scritto Mattarella in una lettera inviata in occasione del convegno promosso a Torino dall'Università e dall'Ordine dei giornalisti per commemorare il vicedirettore della Stampa ucciso dalle Brigate Rosse.

Gli obblighi per la Rai con il nuovo Contratto di servizio

“Nel contratto di servizio sono presenti tutti e tre gli obblighi di intervento per una riforma strutturale del servizio pubblico”. Lo ha detto il sottosegretario alle Comunicazioni Antonello Giacomelli ascoltato in Commissione di Vigilanza Rai.

Una 'staffetta' della Rai per i giornalisti minacciati.

Una staffetta virtuale per dare voce ai tanti giornalisti minacciati, anche in Italia. Dopo l’aggressione subita dagli inviati di Nemo e in concomitanza con la manifestazione organizzata da Libera e dalla Federazione Nazionale della Stampa a Ostia, la Rai ha voluto far emergere la realtà degli operatori dell’informazione costretti a vivere sotto tutela.

Sempre più numerosi i governi che 'manipolano' le informazioni in rete

Nell'ultimo anno, a quanto si rileva da uno studio indipendente, i governi di 30 Paesi hanno usato qualche forma di manipolazione dell'informazione online, attraverso commentatori pagati, troll, bot, siti di news falsi e organi di propaganda. A dirlo è un rapporto del ‘think tank’ “Freedom House”.

Nuove azioni delle istituzioni europee contro le fake news

Si parla spesso di notizie false, inventate per attirare l’attenzione del lettore con l’obiettivo di incrementare artificialmente il numero di visitatori. Le cosiddette fake news esistono anche nel mondo analogico (ad esempio, sui giornali tradizionali), ma la diffusione maggiore avviene principalmente tramite i social media. Ora la Commissione Europea ha deciso di creare un gruppo di esperti e avviare una consultazione pubblica per trovare una soluzione al problema.