Regioni

Le iniziative e gli incontri dell’Ucsi nelle regioni

A Quercianella (1 e 2 settembre) la quinta edizione di 'Nuove reti, rinnovate professioni': si parla di fake news.

Si rinnova per la quinta volta consecutiva il confronto, soprattutto con i comunicatori più giovani, sui temi legati ai nuovi media e alle più moderne forme di comunicazione. Si discuterà in particolare di come un uso inconsapevole di internet e dei social network possa condurre ad una realtà distorta se non decisamente a falsi. L'iniziativa, a partecipazione libera e gratuita, è riconosciuta dall'Ordine dei Giornalisti come evento formativo deontologico e dà diritto a 14 crediti fino ad esaurimento dei posti sulla piattaforma Sigef.

Ucsi Sicilia presenta un libro su educazione e formazione.

Un saggio scientifico ma che nello stesso tempo può essere utile anche ai genitori, ai catechisti, ai coordinatori sociali, alle case-famiglie o ai seminari. E’ l’ultimo lavoro della scrittrice veronese Alessandra Carbognin, dal titolo “La ricchezza nell’educazione il capitale sociale e umano degli educandati”: un’indagine su una realtà di avvio alle professioni che in passato ha avuto momenti rilevanti di diffusione e presenza nel tessuto scolastico italiano e che oggi rappresenta comunque un capitolo importante nel mondo della formazione dei giovani, che è stato presentato all’Excelsior Palace Hotel di Taormina.

Papa Francesco, don Milani e lo sforzo di conversione che viene chiesto alla chiesa

“La visita del Papa a Bozzolo e Barbiana è uno dei gesti più forti che Francesco abbia fatto nei confronti della Chiesa”. Il presidente della Conferenza Episcopale Sarda Monsignor Arrigo Miglio lo ha ribadito più volte intervenendo al convegno “La Sfida di Don Milani” che l’Ucsi Sardegna ha organizzato a Cagliari per ricordare il cinquantennio della morte del priore di Barbiana in concomitanza con la visita di Francesco sui luoghi in cui hanno operato don Milani e don Primo Mazzolari.

Eletto il nuovo direttivo dell'Ucsi Piemonte

Il giornalista cattolico non è un fanatico, ma guarda e racconta gli avvenimenti con gli occhi del cristiano, che sono quelli di Cristo”.
Sono parole di Don Fabrizio Casazza e sono stae pronunciate durante l’assemblea dell’UCSI Piemonte, che si è svolta il 16 giugno nell’aula magna della Facoltà Teologica dell’Italia Settentrionale a Torino, per far ripartire in Piemonte l’associazione formata da giornalisti e comunicatori che lavorano in luoghi e testate sia laiche che cattoliche, ma che si ritrovano come comunità in cammino condividendo un'etica della comunicazione ispirata ai principi della libertà, della verità, del rispetto dei cittadini utenti e in particolare delle fasce più deboli e meno garantite.