fnsi

  • 'Giornalisti, seminate grano buono'. L'appello del cardinal Bassetti in una iniziativa Ucsi a Roma

    Quello dei giornalisti è un ruolo fondamentale per la società. "Siete chiamati a rispettare e a raccontare la verità, ad aiutare con il vostro lavoro le persone alle quali sono destinati i messaggi, a far crescere la loro dignità. In questo senso avete una missione evangelica". Lo ha detto il presidente della Cei, Card. Gualtiero Bassetti, durante l'incontro organizzato dall'Ucsi Lazio in occasione dei 5 anni di pontificato di papa Francesco.

  • 'Il giornalismo precario rende precaria la democrazia'. Iniziativa a Roma

    Fnsi, Ordine, Inpgi, Casagit, Fondo di previdenza complementare, associazioni che lottano per la libertà di stampa, cronisti minacciati e sotto scorta saranno hanno organizzato un presidio davanti a Montecitorio e il 6 dicembre incontreranno il premier Gentiloni.

  • 'Il governo sostenga il settore, in questa fase così difficile'. Le parole del segretario Fnsi

    E’ positiva la reazione della Fnsi all’annuncio del governo di voler farsi carico delle difficoltà dei giornalisti, al pari di quelle delle altre categorie di professionisti, nei provvedimenti annunciati. “È auspicabile che rappresenti la premessa per affrontare, a emergenza conclusa, il tema della lotta al precariato”, ha detto il segretario Raffaele Lo Russo.

  • 'Informazione e legalità facce della stessa medaglia'. A Roma presentato 'Ombre sul Web'

    Come abbiamo annunciato anche sul nostro sito (leggi qui), è stato presentato a Roma, presso la sede della Federazione della Stampa, "Ombre sul Web", il primo dei Quaderni di “A mano disarmata”.

  • 'Istituiamo la giornata per i giornalisti che si battono per i diritti umani e la libertà'. La proposta a due anni dall'uccisione di Daphne

    Ne abbiamo parlato anche sul nostro sito, con il bel ricordo di Andrea Melodia (leggi 1ui). A due anni esatti dall’uccisione di Daphne Caruana Galizia, giornalista coraggiosa che indagava sugli scandali a Malta, c’è stata una iniziativa di confronto promossa dalla Federazione della Stampa.

  • 'Le parole non siano pietre'. Il 6 ottobre la firma della 'Carta di Assisi'

    Sarà firmata il prossimo 6 ottobre la ‘Carta di Assisi’. L'iniziativa è stata rilanciata nel corso di un incontro su ‘fake news e giornalismo’, organizzato nell'ambito del 'Cortile di Francesco'.

  • 'Media against hate': incontri e confronti a Roma per giornalisti di tutta Europa

    Venticinque giornalisti provenienti da tutta Europa partecipano, ospitati dalla Fnsi, ad una serie di incontri dedicati ai temi della prevenzione e del contrasto dell'odio sui media.
    L'evento formativo, organizzato da Cospe e associazione Carta di Roma, fa parte della campagna "Media against hate", promossa dalla Federazione Europea dei giornalisti e varie organizzazioni europee, “con l’obiettivo di migliorare le competenze delle testate e della società civile per un racconto equilibrato delle migrazioni e il contrasto alla diffusione dell'odio”.

  • 'No tagli, no bavagli', la nuova campagna del sindacato dei giornalisti

    Il 1 marzo, a Perugia, comincia la campagna 'No tagli, no bavagli', promossa dalla Fnsi dopo il suo ultimo Congresso nazionale.

  • 'Raccontare le migrazioni senza odio', il 26 giugno a Firenze iniziativa 'Carta di Roma'

    Nuovo appuntamento mercoledì 26 giugno a Firenze promosso dall’associazione ‘Carta di Roma’.

  • "Le 'bufale' disonorano il giornalismo", dice Lorusso (Fnsi)

    "Le ‘bufale’ e la pubblicazione di notizie false sono un elemento di disonore del giornalismo e non possono essere considerate un elemento costitutivo della professione". Lo ha detto Raffaele Lorusso, segretario generale della Fnsi, nel corso del convegno su "Giornalismo e bufale" alla Camera. "Chi, come la Fnsi, si batte contro ogni forma di bavaglio, contro ogni intervento di carattere autoritario per comprimere la libertà di espressione e il diritto di cronaca, contro le querele temerarie - ha aggiunto - non può non essere in prima linea in un'azione di contrasto quotidiano alle bufale e alla violenza verbale". E riferendosi all'appello rivolto dalla presidente della Camera, Laura Boldrini, Lorusso ha annunciato che la Fnsi avviera' in sede nazionale e internazionale una campagna contro il linguaggio dell'odio: "La nostra prossima battaglia sarà contro l'hate speech, il linguaggio dell'odio; la porteremo avanti insieme con i colleghi della Carta di Roma, da sempre in prima linea su questo tema". Lorusso ha annunciato un'iniziativa con le organizzazioni internazionali dei giornalisti da tenersi a Roma in occasione del sessantesimo anniversario della firma dei Trattati europei. "Le notizie false sono spesso l'anticamera del linguaggio dell'odio. Tutto questo non ha niente a che vedere con la libertà di espressione e con l'articolo 21 della Costituzione - ha detto ancora - i giornalisti hanno il dovere della verità e del rispetto della dignità delle persone”.
    Secondo il segretario generale della Fnsi “per essere credibili e riacquistare autorevolezza nell'opinione pubblica bisogna isolare e sanzionare chi diffonde falsità e alimenta il linguaggio dell'odio: avevamo proposto per questo l'istituzione del Giurì per la lealtà dell'informazione, ma c'è chi ha lavorato per affossarlo”.

  • #noinonarchiviamo, iniziativa a Saxa Rubra per ricordare Ilaria Alpi e Miran Hrovatin

    Il 20 marzo, a Saxa Rubra davanti alla palazzina del Tg3 ci sarà una iniziativa per ricordare l'uccisione di Ilaria Alpi e Miran Hrovatin, avvenuta 24 anni fa in Somalia.

  • #voceaigiornalisti, seconda tappa a Napoli

    Si è svolta a Napoli la seconda iniziativa #VoceAiGiornalisti per chiedere che le questioni del precariato, delle querele temerarie e della sicurezza siano nell’agenda del nuovo governo.

  • A Cosenza il corso di formazione sul nuovo contratto Uspi-Fnsi

    Comincia l’8 settembre in Calabria (a Cosenza) il ciclo di incontri sul primo contratto nazionale di lavoro giornalistico dedicato alla stampa periodica locale e all'informazione online che ha come tema: 'Le nuove frontiere dell'informazione tra sfide e conquiste'.

  • A febbraio il congresso Fnsi a Levico terme

    Si svolgerà a Levico Terme, vicino a Trento, il 28° Congresso della Federazione nazionale della Stampa Italiana.

  • A Levico Terme il Congresso nazionale dei giornalisti (12-15 febbraio).

    Si svolgerà a Levico Terme, dal 12 al 15 febbraio, il ventottesimo Congresso nazionale Fnsi. Il tema è "L'informazione non è un algoritmo. Libertà, diritti, lavoro, nell'era delle fake news".

  • A Milano #voceaigiornalisti: le nuove sfide della nostra professione

    Si è svolta a Milano #VoceAiGiornalisti, la manifestazione organizzata da Associazione Lombarda dei Giornalisti e Fnsi per “riportare al centro dell'attenzione di istituzioni, politica e cittadini i temi del lavoro giornalistico e del ruolo dell'informazione in democrazia.

  • A Milano giornalisti in piazza contro i tagli all'occupazione e ai redditi

    Il 30 maggio i giornalisti italiani scelgono Milano per lanciare una nuova sfida al sistema dell’informazione. “No a tagli indiscriminati all’occupazione e ai redditi; si a nuove politiche industriali e a investimenti sulla professione”.

  • A Milano il confronto su 'Editoria 5.0'. Il sindacato rilancia, aperture dal governo

    Di fronte alla crisi dell’editoria, serve un confronto che porti ad una svolta reale. Che per il segretario generale della Fnsi Raffaele Lorusso non può essere fatta di annunci e proclami.

  • A Roma cominciano gli 'stati generali' dell'editoria

    Oggi, lunedì 25 marzo, cominciano gli ‘stati generali’ dell’editoria. Ma, dice il sottosegretario Vito Crimi, “la cerimonia di apertura sarà soltanto il trampolino di lancio di un percorso lungo, complesso e partecipato, che nei prossimi mesi coinvolgerà tutti gli attori, i professionisti e le categorie del settore”.

  • A Roma l'8 giugno incontro su libertà e pluralismo dei media in Europa

    “Libertà e pluralismo dei media nell’Unione Europea” è il titolo di un incontro che si svolge l’8 giugno a Roma dalle ore 14, presso la Federazione della Stampa. E’ organizzato dall'Osservatorio “Balcani e Caucaso Transeuropa” in collaborazione con la Fnsi, Si baserà sulla risoluzione approvata dal Parlamento europeo il 3 maggio e sulle politiche dell’Unione a difesa della libertà di informazione.